Comune di Agerola>> Conosci la città>> Gite turistiche>> Chiesa di S.Michele Arcangelo

Chiesa di S.Michele Arcangelo

foto chiesaTipologia : Chiesa - Edificio ecclesiastico dedicato al culto cristiano e alle funzioni religiose

Epoca: XVII secolo

Località: Campora

Indirizzo: Via delle Sorgenti - Agerola

 

Notizie storiche critiche

La chiesa intitolata a San Michele Arcangelo fu fondata nel 1680 dagli Acampora, una delle casate più importanti di Agerola, che svolgevano la loro attività mercantile principalmente nella città di Napoli. Fu Antonio, figlio di David che, pur risiedendo nel capoluogo campano, non avendo mai interrotto i rapporti con il luogo di origine, fece edificare a sua spese la chiesa che doveva ospitare anche le sepolture della sua famiglia. La chiesa, anche a seguito dei danni subiti dall’evento sismico del 1980, necessitava di un intervento di restauro che fu iniziato, negli anni immediatamente successivi al terremoto, a spese dei compatroni Acampora. I lavori eseguiti con la supervisione della Soprintendenza ai Beni Artistici di Napoli hanno restituito alla chiesa l’originario splendore e consentito la riapertura al culto nel 1996.

 

Descrizione
La chiesa dalle semplici linee architettoniche, rimanda da un lato alla sua origine di chiesetta sorta in una piccola frazione “rurale”, e nello stesso tempo si caratterizza per alcune scelte progettuali che risentono dell’influsso barocco. Infatti, localizzata lungo la via principale di Campora, la facciata assume un aspetto “semplicemente monumentale”: una scalinata in pietra composta di larghi gradini la innalzano rispetto al contesto immediatamente vicino. La chiesa, dalla copertura a doppia falda, presenta la facciata marcata dall’arco di copertura del portale che, probabilmente in origine molto più sporgente, s’imposta su raffinati elementi in pietra finemente lavorati; in asse con il portale si apre una finestra rettangolare semplicemente modanata, sovrastata da una bucatura circolare. La chiesa si sviluppa a navata unica, le pareti laterali sono arricchite da archi impostati su colonnine in muratura e lesene che reggono una rilevante cornice che circonda la sala fino alla parete absidale piana. La sala è illuminata naturalmente da ampie finestre rettangolari che s’impostano sulla trabeazione e conserva la lapide di marmo incisa, commemorativa della sua fondazione. 

Il patrimonio artistico della chiesa si fregia della tela seicentesca compiuta da Andrea Malinconico che effigia il Santo Titolare nell’atto di sconfiggere il demonio. L’opera, unico dipinto presente nella chiesa, sovrasta l’altare e emerge dalla parete absidale sulla quale è collocata, per la vivacità dei toni con i quali è stata realizzata e per il contrasto con le chiare e nuove pitture utilizzate nell’ultimo intervento di restauro. Il dipinto è stato recentemente restaurato dalla Soprintendenza ai Beni Artistici e Storici di Napoli. Il campanile, ubicato alle spalle dell’altare, lungo la parete posta ad Est, è coperto con un piccolo tetto spiovente a doppia falda e si caratterizza per la presenza in sommità della cella campanaria realizzata con pietre a faccia vista che denotano ulteriormente la natura semplice e rurale della struttura ecclesiastica, molto vicina alle tipiche case di campagna.

 
 

Galleria immagini    

                  

portale ingresso                     Prospetto frontale

                  

interno                     campanile

 

Note legali - Privacy


Comune di Agerola
Via Generale Narsete 7
Tel. 081.8740211 - fax 081.8740214

info@comune.agerola.na.it - protocollo.agerola@asmepec.it

 
 

 

 

 

 

 

 

 

XHTML 1.0 Valid CSS
Pagina caricata in : 0.25 secondi
Powered by Asmenet Campania